Il Mercato del Risparmio Energetico in Italia – Novembre 2015

Posted in: News- nov 16, 2015 Commenti disabilitati

Le aziende del risparmio energetico propongono una gamma sempre più ampia di prodotti e servizi, lavorando in modo sempre più efficente sia sull’acquisizione di nuovi clienti, sia su quelli già acquisiti. Il mercato delle pompe di calore visto come quello con maggiori potenzialità nel 2016, la voglia e la necessità di fare la differenza offrendo prodotti innovativi, e la grande opportunità data dalla conferma dell’ecobonus per il 2016. Questa, in estrema sintesi, l’analisi delle risposte al nostro sondaggio sullo stato del mercato del risparmio energetico.
Le risposte ottenute sono state più di 300, provenienti da aziende di tutta Italia.
Vediamo le statistiche nel dettaglio:

 

Quali sono i tipi di interventi di risparmio ed efficientamento energetico che attualmente proponi?

Nuova immagine

Fotovoltaico 43.7%
Solare Termico 32%
Mini Eolico 7.1%
Pompe di Calore 35.9%
Geotermico 6.1%
Caldaie ad alta efficienza 34%
Isolamento e coibentazione degli edifici 46.6%
Sostituzione degli infissi 52.4%
Altro 13.6% ù

Nei prossimi mesi, quale pensi possa essere il modo migliore per far crescere la tua attività?

Nuova immagine (1)

Differenziare l’offerta proponendo un maggior numero di prodotti/interventi 28.1%

Estendere la mia azione commerciale a più aree geografiche 16.9%

Proporre prodotti innovativi e soluzioni diverse rispetto ai concorrenti 48.7%

Altro 6.3%

 

Saresti interessato ad acquistare, da un servizio come il nostro, delle richieste di potenziali clienti, inviate in esclusiva solo alla tua azienda?

Nuova immagine (2)

Si, anche a costi maggiori, perchè l’importante è gestire le richieste in esclusiva 40.1%

No, preferisco pagarle meno e avere la concorrenza di un numero limitato di aziende 39%

Altro 20.9%

In questo ultimo periodo, quali sono gli argomenti commerciali che ti sono più utili per concludere la vendita?

Nuova immagine (3)

La conferma delle detrazioni fiscali fino a fine 2015 42.9%

La possibilità di offrire soluzioni sempre più integrate, che combinano più tecnologie 14%

L’introduzione di prodotti con caratteristiche innovative 21.8%

La possibilità di offrire un finanziamento per acquistare il prodotto/servizio 15.9%

Altro 5.5%

 

Quali sono le novità che secondo te, nei prossimi mesi, potrebbero farti aumentare le vendite?

Nuova immagine (4)

Termodinamico 4.9%

Revamping/ottimizzazione di impianti fotovoltaici 9.7%

Impianti con luci a led 10.1%

Testine/valvole termostatiche 3.8%

Sistemi domotici 10.8%

Sistemi di riscaldamento/raffrescamento a parete o soffitto 12.8%

Pompe di calore per il raffrescamento/riscaldamento 27.1%

Altro 20.8%

Dai dati emerge come le aziende che operano nel campo dell’efficientamento degli edifici, stiano attraversando una fase di consolidamento e differenziazione della loro offerta.

Ciò evidentemente risulta loro utile sia per continuare a crescere su basi più solide, sia per poter puntare su una maggiore possibilità di vendite verso i clienti già acquisiti.

 

Commercialmente risulta sempre forte l’attrattiva dei bonus fiscali anche se, rispetto al passato, si nota la netta crescita dell’attenzione verso l’integrazione dell’offerta con prodotti dalle caratteristiche innovative.
Tra i prodotti utili ad incrementare le vendite, si confermano nettamente preferite le pompe di calore per la climatizzazione, integrate, nel caso, con sistemi di riscaldamento/raffrescamento a parete o soffitto.
Proporre prodotti innovativi e soluzioni diverse rispetto ai concorrenti risulta essere la quasi maggioranza assoluta delle risposte alla domanda: “Nei prossimi mesi, quale pensi possa essere il modo migliore per far crescere la tua attività?”
In base ai risultati di questo sondaggio ClientiPerTe.com ha scelto di evolversi in linea con le esigenze espresse dalle aziende, ecco come:

  • Maggiore attenzione verso una comunicazione mirata all’integrazione tra le varie tecnologie e soluzioni disponibili;
  • Maggiore attenzione verso un approccio che porti ad un confronto tra “diverse soluzioni” più che a un confronto tra “diversi preventivi”;
  • Potenziamento degli investimenti per generare più richieste nella categoria delle POMPE DI CALORE;
  • Potenziamento degli investimenti per generare più richieste nella categoria degli IMPIANTI TERMOIDRAULICI in genere e della sostituzione degli INFISSI;

Adeguamento Impianti – Sistemi di Protezione Interfaccia

Posted in: News- ago 29, 2014 Commenti disabilitati

A fronte dell’importante crescita della produzione da fonte rinnovabile non programmabile, al fine di garantire la sicurezza del sistema elettrico nazionale la società Terna ha emesso e/o modificato alcuni allegati al Codice di Rete (Allegati A.70 e A.72).
Le prescrizioni di tali allegati sono state alla base delle nuove norme di connessione CEI 0-16 e CEI 0-21 e con delibere successive l’ Autorità per l’energia elettrica e il gas ed il Sistema Idrico ha previsto l’obbligo di adeguamento anche per gli impianti di produzione entrati in servizio prima dell’entrata in vigore di questi allegati.
Maggiori informazioni sugli obblighi e sulle modalità di comunicazione degli adeguamenti effettuati sono disponibili nelle pagine di dettaglio relative alle singole delibere.

OBBLIGHI DERIVANTI dalla Delibera 243/2013/R/EEL
OBBLIGHI DERIVANTI dalla Delibera 84/2012/R/EEL
OBBLIGHI DERIVANTI dalla Delibera 421/2014/R/EEL

Proroga detrazioni fiscali

Posted in: News- nov 20, 2013 Commenti disabilitati

Sono state prorogate le detrazioni fiscali previste per interventi sulla casa di ristrutturazione edilizia e di risparmio energetico, rispettivamente il bonus Irpef al 50% e quello al 65%, il cosiddetto ecobonus, fino al 31 dicembre 2016. In particolare, nei lavori di riqualificazione energetica vengono confermati anche gli interventi antisismici, la rimozione dell’amianto e l’installazione e posa in opera di schermature solari (nel limite massimo di spesa di 60.000 euro) e impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili (nel limite massimo di spesa di 30.000 euro). Gli incentivi fiscali vengono anche estesi agli immobili ex Iacp (istituti autonomi case popolari).

Viene prorogato fino al 31 dicembre 2016 anche il bonus mobili, la detrazione fiscale che consiste nella detrazione Irpef al 50% per l’acquisto di mobili, arredi e grandi elettrodomestici nuovi da destinare all’immobile che è oggetto di interventi di ristrutturazione. Per fruire dell’agevolazione è indispensabile che le spese per gli interventi di ristrutturazione siano sostenute a partire dal 26 giugno 2012. L’acquisto agevolato dei mobili ed elettrodomestici potrà essere effettuato entro il 31 dicembre del prossimo anno. Per aver diritto al bonus mobili non è importante la data di conclusione dei lavori di ristrutturazione ma è la data di inizio di tali lavori che deve precedere quella in cui si acquistano i mobili e i grandi elettrodomestici.

La legge di Stabilità inoltre ha esteso la fruizione del bonus mobili fino al 31 dicembre 2016 anche alle giovani coppie under 35 anni ma senza l’obbligo di effettuare lavori di ristrutturazione. Si attendono comunque ulteriori chiarimenti da parte del Governo su come poter fruire del bonus.